TOUR NEI BALCANI proposto dal Socio Roberto PANCANI

25 Aprile – 01 maggio 2013

Ci sono dei paesi che mi hanno sempre affascinato, non tanto per la loro ricchezza archeologica o culturale, ma per il mistero che li avvolge, o meglio che li ha avvolti negli anni passati, luoghi soggiogati da atroci dittature o guerre civili molto crudeli che hanno portato grosse perdite tra persone che avevano convissuto per anni sotto un'unica bandiera. Questi paesi raccolgono delle bellezze naturali meravigliose, siti archeologici recentemente riportati alla luce, che ci ricordano le notevoli influenze di popoli antichi, città diventate Patrimonio dell’Unesco, tutte bellezze che fino a una ventina di anni fa erano per lo più ignote, coperte da regimi dittatoriali che hanno portato a guerre civili e all’emigrazione di molte persone.

Il mio tour vuole andare alla scoperta degli angoli più belli dell’Albania, della Rep. Di Macedonia e del Montenegro, tre stati molto giovani se pensiamo che solamente l’Albania, nonostante abbia una storia alle spalle di tutto rispetto, ha festeggiato il secolo di vita quest’anno, mentre il riconoscimento a livello mondiale della Rep. Di Montenegro e Macedonia risale a meno di 30 anni fa, in quanto conseguenza della divisione dell’ex Jugoslavia.

L'Albania, detta anche semplicemente Shqipëria, (ossia letteralmente Paese delle Aquile)è stata la culla della civiltà Illirica. Dopo il crollo dell'Impero Romano, sul finire del IV secolo, fu parte dell'Impero Bizantino. Nel XV secolo il territorio del Principato dell'Albania cadde sotto il dominio dell'Impero Ottomano. L'Albania dichiarò la sua indipendenza dall'Impero Ottomano il 28 novembre 1912, ma fu conquistata dall'Italia nel 1939. Dal 1946 al 1990 l'Albania fu uno Stato nazional-comunista estremamente isolazionista, stalinista e anti-revisionista. Nel 2009 ha aderito alla NATO e si appresta ad entrare nella UE.

Il paese è ancora uno dei più poveri del vecchio continente, ostacolata da una grande economia informale e di infrastrutture carenti. Paese più giovane d'Europa per l'età media dei suoi abitanti, è, anche grazie alle sue numerose bellezze naturali, storiche ed artistiche, tra le nuove prime mete turistiche dei Balcani.

Il tour partirà appunto dall’Albania in quanto rappresenta il territorio più ricco di bellezze naturali e siti archeologici da visitare. Faremo successivamente un salto nella Rep. Di Macedonia per visitare la splendida Ohrid (per gli italiani Ocrida), sull’omonimo lago.

La Repubblica di Macedonia era in precedenza la parte meridionale estrema della Jugoslavia. I confini odierni vennero fissati poco dopo la Seconda guerra mondiale, quando la Jugoslavia socialista stabilì nella zona la Repubblica Socialista di Macedonia, riconoscendo i Macedoni come una nazione separata all'interno della Jugoslavia. L'8 settembre 1991, si separò pacificamente dalla Jugoslavia senza ulteriori modificazioni territoriali rinominatasi Repubblica di Macedonia.

Dopo una giornata a Ohrid, rientriamo in Albania per visitare la parte settentrionale, quella delle c.d. Alpi Albanesi. Pernotteremo a Skhoder (per gli italiani Scutari), prima di entrare nella Repubblica del Montenegro

Fino al 2 giugno 2006 la Repubblica del Montenegro è stata unita alla Repubblica di Serbia con il nome di Serbia e Montenegro. Dal 3 giugno 2006 il Montenegro è diventato uno Stato indipendente, proclamato a seguito del referendum sull'indipendenza del 21 maggio 2006.

Il Montenegro presenta sicuramente un mix di completo di attrazioni per il turista neofita: si passa delle meravigliose località balneari della costa, con le sue caratteristiche città fortificate, al profondo Canyon del fiume Tara, il Canyon più profondo d’Europa, meta degli amanti del rafting e Jumping, dagli altissimi ponti sul fiume Tara. Passeremo dai climi miti della costa alle rigide temperature del Parco del Dormitor a quasi 1600 mt.

Sulla strada del ritorno faremo una breve escursione in Bosnia e Erzegovina per visitare Medjugorie, luogo di pellegrinaggio per eccellenza e Monstar, con il suo ponte arabo, e soprattutto a Dubrovnik (la Ragusa dei Veneziani), per un tour sulle mura per vedere i famosi “tetti rossi” e un giro nel corso.

Adesso Vi illustro brevemente il programma ufficiale

Giovedì 25 Aprile 2013: il ritrovo è fissato al porto di Bari. La partenza ufficiale del tour è alle ore 21.00 per l’imbarco sulla nave che ci porterà a Durres (Durazzo). La partenza del traghetto avverrà alle ore 23.00 e l’arrivo in Albania è previsto alle ore 07.00.

Venerdì 26 Aprile 2013: Dopo avere assolto le pratiche doganali, ci dirigeremo verso Berat, la città delle 1000 finestre, da pochi anni Patrimonio dell’Unesco. Visiteremo la città, il castello e le antiche chiese. Berat è sicuramente una delle città più antiche dell’Albania.

Dopo la visita ripartiremo in direzione Saranda, non prima però di passare il mitico Passo Llogara (1.050 mt), una località tipicamente montana, circondata da una vasta pineta e a pochi minuti dal mare. Scesi dal passo, scenderemo in quella che è sicuramente l’Albania più turistica, quella delle bianche spiagge e del mare cristallino di Porto Palermo, Dhermi e Saranda, ricca di lussuosi alberghi e locali notturni. Pernottamento a Saranda.

Sabato 27 Aprile 2013: partenza di prima mattina verso Butrinto, dove andremo a visitare lo splendido sito archeologico, Patrimonio dell’Unesco. Successivamente traghetteremo le nostre moto sulla zattera, per rientrare sulla terra ferma e dirigersi al Blue Eye (Siri i Kalter), un fenomeno geologico di rara bellezza, che per la forma ovale con una macchia blu al centro e l’azzurro ai lati, sembra un occhio umano.

Proseguiamo per la città di Argirocastro, crocevia delle cultura greca, romana, etrusca e albanese. Famosa anche con il soprannome di “città dei mille gradini” o “città dei tetti di pietra” fu elevata allo status di città museo dal dittatore Hoxha, in quanto suo luogo di nascita. Il castello è la costruzione più importante. E’ stato costruito su un grande masso di roccia che assomiglia ad un’enorme nave da combattimento.

Riprendiamo le moto per una lunga escursione che ci porterà fino alla Rep. Di Macedonia, nella splendida città di Ohrid. Pernottamento a Ohrid

Domenica 28 Aprile 2013: dopo una breve visita alla città vecchia, alle sue splendide chiese e al lago con le acque trasparenti, riprendiamo le moto per proseguire il tour. Rientriamo in Albania e dopo una lunga traversata in moto raggiungiamo Kruja, a nord di Tirana, dove faremo una lunga sosta per la visita del maestoso castello e del tipico Bazar dell’Artigianato, famoso in tutto il paese. I km che ci separano dall’hotel sono pochi. L’arrivo a Skhoder nel pomeriggio dove pernotteremo in un albergo tradizionale albanese, una casa-museo albanese del 1960, arredata con mobili caratteristici con annesso museo. La sera a cena serata tipica albanese.

Lunedì 29 Aprile 2013: Partenza di prima mattina; dopo la circumnavigazione del lago di Scutari, entriamo in Montenegro dove ci dirigeremo verso il parco del Dormitor per ammirare il Canyon del fiume Tara. Prima faremo una sosta al Monastero di Ostrog, sensazionale struttura edificata all’interno di un anfratto della montagna. Nel pomeriggio rientreremo in Hotel, sulla costa adriatica, nella famosa Kotor (per gli italiani Cattaro), sull’omonimo fiordo, il più grande dell’Europa meridionale. Prima di entrare in paese, faremo la strada a pagamento del monte Lovcec dal quale possiamo ammirare tutto il fiordo al tramonto. Il pernottamento è all’interno della città vecchia di Kotor, in zona a traffico limitato. Le moto verranno lasciate in un garage a mt. 300 dall’Hotel.

Martedì 30 Aprile 2013: Partenza di prima mattina. Passeremo a visitare tutte le città costiere più famose, da Budva a Bar, fermandoci alla più nota Sveti Stefan.

Nella tarda mattinata cominceremo il percorso di riavvicinamento al traghetto. Faremo una sosta pranzo a Dubrovnik e, se il tempo lo permetterà, una deviazione a Medjugorie (visita alla Basilica) e a Mostar (foto sul ponte). L’arrivo a Spalato per l’imbarco è previsto alle ore 19.00.

Il Traghetto partirà alle ore 21,00.

Mercoledì 01 Maggio 2013: Arrivo ad Ancona alle ore 07.00. Dopo l’assolvimento delle pratiche doganali, ciascuno potrà rientrare a casa come meglio ritiene. Il tour è ufficialmente terminato.

AVVERTENZE VARIE:

• Documenti richiesti per cittadini UE: Carta d’Identità valida per l’espatrio o passaporto • Assicurazione Moto: Le assicurazioni Italiane non coprono l’Albania – Macedonia – Montenegro e Bosnia Erzegovina. Occorrerà stipulare una polizza in dogana; • Le cene sono in Hotel e comprese nella quota; • I pernottamenti sono in hotel *** o **** stelle in camera doppia o tripla. • Numero massimo di partecipanti: 10 moto COSTI:

• Il costo orientativo del tour è il seguente: -conduttore: euro 390,00 -passeggero: euro 320,00 La quota comprende: -Traghetto A/R -06 pernottamenti di cui 02 in cabina -06 colazioni -05 cene – bevande escluse (salvo acqua), di cui 01 sul traghetto. -Il garage a Kotor

La quota non comprende: -tutto quello non espressamente menzionato in precedenza -l’assicurazione RCA da stipulare in dogana -La strada a pagamento di Lovcec -Pranzi e Bevande

PAGAMENTO:

Caparra: euro 150,00 da versare all’organizzatore entro il 31/01/2013 Saldo: da versare entro il 28/02/2013

L’organizzatore si riserva di apportare modifiche al percorso oppure all’itinerario per sopravvenute necessità.

L'invito è rivolto a 5 equipaggi con riferimento all'amico Roberto cell. +393481624431 email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su Facebook

Flickr

BMWRI.ORG - Piazza Eremitani, 26 - 35121 Padova - E-Mail: segreteria@bmwri.org
Copyright © BMW Riders, Privacy Statement Terms and Conditions. Site by Aste On Line

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso