Eccoci pronti per ormai fissare il calendario e prenotarsi a questo Tour, impegnativo si ma di notevole interesse culturale e paesaggistico. Avremmo un accompagnatore d'eccezione, un vecchio amico, un biemmewuista, un fotografo, un amante della propria terra e della propria città, MATERA.... Eccoci pronti per ormai fissare il calendario e prenotarsi a questo Tour, impegnativo si ma di notevole interesse culturale e paesaggistico.

Avremmo un accompagnatore d'eccezione, un vecchio amico, un biemmewuista, un fotografo, un amante della propria terra e della propria città,

MATERA. Gireremo, visiteremo, mangeremo e conosceremo una zona d'italia che tanti ci invidiano.

Leggete tutti i dettagli nella sezione "eventi in programma" e scegliete la cosa giusta: Esserci o non Esserci??

Vi aspetto, io ci sarò e chi mi ama mi segua...diceva qualcuno!!!

Luca President

Tour Basilicata 29.05 – 02.06.2015

Quella di Matera è una delle due province della Basilicata. Affacciata ad Est sul Mar Ionio, confina a Nord con la Puglia (Provincia di Bari e Provincia di Taranto), ad Ovest con la provincia di Potenza, a Sud con la Calabria (Provincia di Cosenza). Geograficamente è divisa in due tipologie, una pianeggiante (Metapontino) ed una collinare (Collina materana), che ha un clima più freddo e dove spesso in inverno si verificano fitte nevicate.

Fanno parte del territorio provinciale due riserve naturali regionali: la Riserva regionale San Giuliano, che è un’importante zona umida per la nidificazione degli uccelli e comprende l’omonimo lago artificiale ed il Bosco Pantano di Policoro, oasi del WWF, residuo delle estese formazioni forestali d’alto fusto che coprivano tutta la costa acquitrinosa prima degli interventi di bonifica. 

Sono inoltre presenti nel territorio la zona monumentale-ambientale dei Calanchi (formazioni argillose profondamente erose dalle acque in solchi, crepacci, creste aguzze e piccole vallette), il Parco naturale di Gallipoli Cognato - Piccole Dolomiti Lucane e una piccola porzione del Parco nazionale del Pollino. Dulcis in fundo, ovviamente, incanteranno tutti i visitatori i cosiddetti "Sassi di Matera": case sovrapposte le une alle altre e unite tra loro da stradine tortuose e ampie scalinate, letteralmente costruite dentro alla roccia e e al tufo della montagna. Un vero proprio spettacolo, che ha valso alla città l'inserimento, nel 1993, nella World Heritage List dell'UNESCO e da quest’anno Capitale europea della Cultura 2019.

Da vedere: 

Parlando di Matera, non si possono non citare i celeberrimi Sassi, che hanno reso la città famosa in tutto il mondo e, da soli, giustificano un viaggio in Basilicata. Iscritti nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO dal 1993, i “Sassi di Matera” sono case sovrapposte le une alle altre e unite tra loro da stradine tortuose e ampie scalinate, abitate dall’antichità alla metà del secolo scorso, di cui solo la facciate è in muratura, mentre il resto - spesso un unico ambiente - è scavato nella roccia. Di fronte ai sassi, un'imponente gravina offre uno spettacolo indimenticabile. 

Il termine "Sassi" in questo caso significa infatti "rioni pietrosi abitati", ed è stato utilizzato fin da Medioevo per indicare i due rioni che nacquero intorno al nucleo originario della città antica, la Civita, occupando le due conche carsiche sovrastanti i dirupi del torrente Gravina: il Sasso Barisano e il Sasso Caveoso. 

Oltre alla case, completano il panorama architettonico una serie di chiese, sempre scavate nella roccia. Tra i monumenti più significativi presenti nel Sasso Caveoso ricordiamo la Chiesa di San Pietro Caveoso, la Chiesetta rupestre di Santa Lucia delle Malve, fondata da una comunità benedettina intorno all’VIII secolo, la Chiesa di Madonna dell’Idris, che conduce nella cripta di San Giovanni in Monterrone, ricca di notevoli affreschi di varie epoche, il Cimitero barbarico nel Rione Malve e le quattro chiese rupestri del Convicinio di Sant' Antonio. 

Nel Sasso Barisano segnaliamo invece la Chiesa di San Pietro Barisano, una delle più grandi chiese di Matera scavate nella roccia, la Chiesa della Madonna delle Virtù, che faceva parte di un antichissimo monastero e la Chiesa di S. Agostino, costruita nel 1591 in stile barocco.

Da visitare a Matera sono anche il Duomo, realizzato nel 1268-70 in stile romanico, Palazzo Lanfranchi, massima espressione dell’architettura del Seicento a Matera, e i numerosi musei della città tra cui il Museo archeologico nazionale “Domenicoa Ridola”, il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna e il MUSMA, Museo della Scultura Contemporanea di Matera. 

Nelle vicinanze di Matera si trova poi il Parco archeologico storico e naturale delle Chiese rupestri del Materano, che raccoglie un patrimonio storico e archeologico di eccezionale valore: oltre 160 chiese rupestri, tre villaggi neolitici (Serra d’Alto, Timmari e Murgia Timone), e un numero imprecisato di tombe preistoriche.

Nella zona sud-orientale di Matera si trovano inoltre una serie di deliziose cittadine tra cui Montescaglioso, con la splendida Abbazia di San Michele Arcangelo, Miglionico, con l’imponente Castello del Malconsiglio, Bernalda, col Castello quattrocentesco, e ancora Tricarico, Grassano, Irsina e Ferrandina, tutte ricche di monumenti. 

Proseguendo verso Sud, si arriva nella suggestiva zona dei Calanchi, con colline di argille bianche, pinnacoli, coni e piccoli canyon scavati dal sole e dalla pioggia. Da segnalare in questa zona è anche il suggestivo borgo di Craco, oggi disabitato ma pieno di stratificazioni storiche, con il castello e un gruppo di case aggrappate alla roccia dietro cui si snodano vicoli, scale e piazzette. E ancora, la cittadina di Tursi, con il quartiere Rabatana, le rovine del castello e la chiesa di S. Maria Maggiore della Rabatana, e la vicina chiesa di S. Maria d’Anglona.

Degustare il territorio:

In gastronomia, molti sono i punti in comune della provincia di Matera con la vicina Puglia: tra tutti, le orecchiette, che vengono preparate al sugo o con le cime di rapa, i broccoli, il cavolfiore o la mollica di pane e uva sultanina. In cucina è molto usato il peperoncino, come nella vicina Calabria, che viene chiamato in almeno tre modi: diavulicchiu, frangisello, cerasella. Altro piatto tradizionale del materanese è il cotto di fichi, una sorta di composta prodotta con i fichi, fatti bollire e poi essiccare. Una variante di questo prodotto tradizionale è il cotto di fichi d'india. Un prodotto locale famoso è sicuramente il fungo cardoncello, cucinato in svariati modi o mangiato anche crudo con ricotta dura, limoni e l'olio d'oliva delle Murge materane. Bisogna provare, ancora, la minestra di grano e ceci e il cialled, zuppa con pane raffermo, uova, olive, pomodoro e altre verdure. Non mancano piatti tradizionali legati ad eventi di carattere religioso. Tipici del periodo pasquale a Matera sono ad esempio i cardi al cacio e uova e i pirc'dduzz (pasta a tocchetti condita con il vino cotto), mentre a Irsina si preparano i fusilli con la mollica di pane fritta aggiungendo il cotto dei fichi.Nell’area del Metapontino sono diffusi piatti a base di pesce, come lo scapece (alici fritte marinate nell'aceto) e il baccalà alla lucana, preparato con peperoni. Molto utilizzate in questa zona sono anche le carni d’agnello e di pecora. Altro piatto tradizionale è il gnummaridd', particolari involtini con frattaglie di pecora e capretto. La gastronomia materana comprende anche piatti a base di anguille, cucinate con peperoncino, pomodori, menta e alloro. Tra i formaggi ricordiamo la ricotta, il pecorino e la burrata. Tra i dolci, oltre ai fichi con il miele troviamo il pasch'nisch, un dolce settembrino preparato con semolino e mosto d'uva e il cuccìa, in comune con la provincia di Potenza, un dolce di grano lessato e mescolato al cioccolato, chicchi di melograno, noci e vino cotto. Tra i vini, infine, ricordiamo il Val Bradano, il Sangiovese, il Moscato, il Malvasia e l'Elixir di noci.

 

 

 

Commenti  

#7 luca president 2015-06-04 12:51
Tour assolutamente riuscito con buona partecipazione e un Ambasciatore, Antonello, assolutamente all'altezza e di grande competenza culturale. Visitare Matera nei suoi particolari storici con guida a fianco per me è stata di grande emozione. Grazie veramente di averci dato questa possibilità e chissà che sia come dico sempre un arrivederci alla prossima. Adesso aspetto qualche vostro pensiero e visto che non siamo stati in pochi scrivete scrivete.
Citazione
#6 luca president 2015-05-20 08:42
Ormai siamo quasi allo Starter del Dream Tour 2015 e tito qualche numero a noi caro: 7 nuovi soci 20 partecipanti 13 moto 1 ambasciatore dedicato come guida Grazie a tutti e ci vediamo il 29 maggio e/o il 30 maggio. Luca & lo staff
Citazione
#5 Luca president 2015-05-01 13:52
Ebbene SI il Dream Tour dell'anno si fa e il gruppo partecipanti è arrivato a 13 Riders. Forse ce ne saranno altri e sappiate che le partenze saranno 2: un gruppo con partenza il 29 maggio e un gruppo il 30 maggio. Quindi chi volesse essere dei nostri potrà scegliere la partenza migliore. Che vuoi di più dalla vita....un Lucano di Matera
Citazione
#4 luca president 2015-04-28 18:53
Bene siamo già in 4 riders e quindi il Tour parte. Siamo solo all'inizio in ogni caso e aspetto altri che vorranno stare con noi per andare a visitare parte di questa regione particolare e molto interessante. Ricordo di nuovo che la scelta di partecipazione è per la 1° opzione indicata negli eventi in programma. Dai che facciamo questo gruppo di almeno 10 Riders.
Citazione
#3 Giuseppe Bracaglia 2015-04-19 08:56
Ciao Luca ! In qualità di iscritto al MC BMW Ferrara-Cento e prima di procedere al bonifico attendo disposizioni da Fabio che peraltro ho già contattato stamane per e-mail! A presto Beppe
Citazione
#2 luca president 2015-04-15 20:09
A tutti gli interessati di questo Tour, vi dico che la 1° opzione indicata nelle quote è quella più gettonata e consigliata. Per adesso ho opzionale 10 camere e le iscrizioni sono ormai aperte quindi per intanto datemi la vostra adesione con tutti i dati, come indicato nella descrizione. A presto per ulteriori dettagli.
Citazione
#1 luca president 2015-03-31 14:26
Ve lo dico già da subito, io ci sono e farò da Tour Leader per questo viaggio, qualcuno si vuole aggregare? Mi lasciate da solo? Speriamo bene ragazzi io vi aspetto
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

amici di BMW Riders in Italy

Seguici su Facebook

Flickr

BMWRI.ORG - Piazza Eremitani, 26 - 35121 Padova - E-Mail: segreteria@bmwri.org
Copyright © BMW Riders, Privacy Statement Terms and Conditions. Site by Aste On Line

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso