ROMANIA Ciao Ragazzi è stato confermato, il tour parte e il tempo per la decisione non è tanto, chi fosse interessato e i posti sono pochi scriva all'amico Roberto mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al più presto. Ecco di seguito la descrizione del tour. Luca President ROMANIA... ROMANIA




Ciao Ragazzi è stato confermato, il tour parte e il tempo per la decisione non è tanto, chi fosse interessato e i posti sono pochi scriva all'amico Roberto mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al più presto.

Ecco di seguito la descrizione del tour.

Luca President

ROMANIA (07-14 SETTEMBRE 2014)

Per molti anni la Romania è stata messa in ombra dalle tradizionali mete turistiche internazionali da una forte dittatura che aveva adottato il comunismo in epoca molto più tardiva rispetto agli altri paesi del blocco orientale. Nonostante che dal 2007 sia membro ufficiale della U.E., con pesanti ripercussioni interne a livello di tassi di inflazione, viene snobbata dal turismo anche a causa dei pregiudizi dovuti ai quotidiani fatti di cronaca con protagonisti cittadini rumeni emigrati sul territorio italiano.

Il paese offre un’infinità di attrazioni, sia naturali (come le Gole di Bicaz oppure i Monti Fagaras o i paesaggi del Maramures) che culturali, molte delle quali legate alla figura del Conte Dracula, (Vlad per i rumeni). Basta nominare il castello di Poienari, il Castello di Bran o la città di Sighisoara.

La cosa sicuramente più singolare è data dal fatto che nessuna di queste attrazioni è stata l’obiettivo principale del nostro tour. A differenza di chiunque altro, che avrebbe voluto visitare quel dato castello oppure alcune città medioevali come Brasov o Sibiu, il nostro scopo è principalmente quello di percorrere una semplice strada che per noi motociclisti è un vero must, una delle strade più belle del mondo, la mitica Transfagarasan. Sono 90 km di asfalto, soprattutto di curve, che collegano la Transilvania alla Valacchia, tagliando tutta la catena dei Carpazi, attraverso panorami unici.

Considerando i circa 1300 km autostradali che ci separano dal confine Rumeno, al momento non ho ancora stabilito un luogo e un orario di partenza, in quanto molti partecipanti hanno deciso di partire dal Giovedì antecedente per avvicinarsi tranquillamente al confine facendo tappe intermedie a Lubjana, Lago Balaton e Budapest. Come avrete capito, abbiamo deciso che il percorso più veloce per raggiungere la nostra meta sarà quello via strada. Coloro che volessero valutare il traghetto, devono prendere nota che il traghetto da Ancona per Spalato parte il venerdì notte e arriva a Spalato sabato 06 settembre alle ore 07:00. Da Spalato, la distanza al confine rumeno è di circa 1000 km. di strade statali.

LUOGO E ORARIO DI PARTENZA: Domenica mattina 07 settembre da Budapest, oppure dal confine ungaro-rumeno di Debrecen (H) a un’ora da Budapest. Orario e luogo definitivo saranno valutati insieme successivamente.

PROGRAMMA: una volta sbrigate le formalità doganali, entreremo in territorio Rumeno (ricordo che sia l’Ungheria che la Romania sono membri della U.E. e quindi, in teoria, non dovremmo perdere troppo tempo).

Il primo giorno (07 settembre) sarà dedicato completamente alla visita della regione del Maramures, una delle ultime regioni in Europa dove la vita di campagna segue ancora i ritmi che aveva nel Medioevo, dove tra dolci colline e paesaggi da sogno sorgono minuscoli villaggi ricchi di storia e tradizioni locali. Sarete affascinati dalle antiche chiese lignee, costruite a mano, feste e costumi pittoreschi, le case in legno protette dai tradizionali cancelli di legno scolpiti. Il vero Maramures sopravvive ancora nelle Valli del Mar e dell’Iza (che visiteremo) dove ben otto dei suoi villaggi sono considerati Patrimonio dell’Unesco. Visiteremo alcuni del villaggi più belli come quello di Surdesti e Budesti e alcune chiese in legno. La visita del “cimitero allegro” di Sapanta sarà rimesso alla decisione del gruppo. Il cimitero è famoso per la presenza di pittoresche lapidi in marmo che ricordano la vita terrena del defunto, nel bene e nel male. Il pernottamento della prima sera sarà nel Maramures. (essendo da poco tempo aperto al turismo, le strutture alberghiere sono ancora poche, pertanto sono alla ricerca di un albergo abbastanza capiente per ospitare tutto il gruppo. Solitamente i visitatori del Maramures alloggiano nelle Pension – case locali, e sono ospiti degli abitanti del luogo).

Il secondo giorno (08 settembre) ci sposteremo nella vicina Bucovina dove andremo a visitare i monasteri lignei dipinti a mano, un sito anche questo patrimonio Unesco. Ci soffermeremo ai più belli, vale a dire quello di Sucevita e Moldovita, il tutto attraverso un lungo percorso stradale in montagna, con tante curve e paesaggi meravigliosi. Passeremo nel pomeriggio in Moldovia meridionale dove andremo a vedere








le Gole del Bicaz, una delle gole più spettacolari della Romania. La gola serpeggia per 5 km. tra pareti a piccoe rocce alte 300 m. Nel “collo dell’Inferno” la stessa strada si snoda immediatamente al di sotto dei costoni rocciosi. La giornata potremmo concluderla a Brasov, una delle mete turistiche più visitate in assoluto di tutta la Romania. Con le sue facciate barocche, i suoi caffè e la splendida Piata Sfatului, rappresentta una delle più belle città rumene. Prima di arrivare a Brasov ci fermeremo a visitare il castello “falso” di Dracula, quello di Bran.

Il terzo giorno (09 settembre) entreremo in Transilvania, passata la città di Fagaras ci avvicineremo a quella che è la nostra metà, ovvero la mitica Transfagarasan. Fatta costruire da Ceausescu negli anni ’70, aveva uno scopo prettamente bellico, ovvero quello di unire velocememte la Transilvania con la Valacchia nel caso di una probabile invasione Russa. Ha una lunghezza totale di 118 km. Si percorre da nord a Sud e i punti più spettacolari sono al km. 22 dove inizia la cascada e al km. 35 presso il Lago Balea (2034 m), dove appunto si trova la Cabana Balea Lac, dove (se riesco) vorrei fare pernottare tutto il gruppo. Se la struttura mi confermerà la disponibilità ci fermeremo, lasceremo le valige e potremmo continuare il tragitto in su e giu, quante volte vorremo. Per coloro, invece, più curiosi come il sottoscritto, potremmo dirigersi alla città di Poienari dove potremmo salire i 1480 gradini per salire quello che è il vero Castello di Dracula. La fatica sarà ricompensata dal paesaggio che potrete ammirare, ma occorre farlo sicuramente in abiti civile e con diverse ore a disposizione. Non sarà una passeggiata !!!

Il quarto giorno (10 settembre) scenderemo fino a Curtea de Arges, prendere la strada 67 per poi imboccare un’altra mitica strada, di cui ben pochi ne conoscono la presenza: la mitica Transalpina (67c). Denominata anche King’s Road, fu fatta costruire dal Re della Romania. Oggi è stata tutta riasfaltata ed è considerata la strada più alta d’Europa, in quanto quando percorrerete il Passo Urdele sarete a ben 2240 m. Arriveremo a Sibiu, che merita assolutamente una sosta, in quanto con Brasov costituisce una delle più belle città, ovvero la città pedonale più bella della Romania. Nel tardo pomeriggio arriveremo a Sighisoara, la città natale del conte Vlad, dove pernotteremo.

Il quinto e sesto e settimo giorno (11-12-13 settembre) inizieremo un lento avvicinamento a casa, attraverso altre meravigliose strade della Transilavania. Il mio obiettivo sarebbe quello di raggiungere il Danubio, passare le mitiche “Porte di Ferro” e tornare su Belgrado. Potremmo pernottare verso Jaice (Bosnia Herzegovina), visitare la città che non abbiamo avuto modo di visitare quest’anno e arrivare in tarda serata di sabato 13 settembre a Zara, dove alle 21:00 ci imbarcheremo per Ancona (arrivo domenica mattina alle 07:00). In alternativa chi volesse pernottare a Zara/Istria e farsi oltre 600 km di autostrada, l’indomani mattina, me lo può comunicare, così mi evita di fissargli il posto sul traghetto.

ISCRIZIONE: coloro che decidano di partecipare al tour sono pregati di comunicarmelo per iscritto entro e non oltre il 31 luglio. In mancanza di disponibilità alberghiere, i partecipanti dei tour Balcani 2013 e Balcani 2014 avranno la prelazione.

CAPARRA: al momento dell’iscrizione è richiesto il pagamento di una caparra di euro 200,00 a persona

SALDO: il saldo deve essere pagato entro e non oltre il 24 Agosto.

QUOTA: Il costo del tour Vi sarà comunicato quanto prima. Purtroppo sto ancora aspettando la disponibilità presso la Cabana Balea Lac. Nel caso in cui fosse completo, dovrei rivedere il programma. La quota comprende il pernottamento e la prima colazione e, dove possibile, la cena. Inoltre comprende l’assicurazione e il traghetto di ritorno. Vorrei fare presente che al momento non è compreso il pernottamento del 06 settembre, in quanto ufficialmente il tour parte dal 07 settembre.

NOTE: come potrete verificare, il tour presenta un kmaggio giornaliero abbastanza elevato. Si richiede pertanto a tutti coloro che vorranno aderire la più assoluta disponibilità e rispetto delle istruzioni e richieste dell’organizzatore




 

Commenti  

#3 Roberto Pancani 2014-09-18 07:19
Per le statistiche ..... ecco un po' di numeri: - Km percorsi: 4537 - Equipaggi: 08 - Moto: 12 - Periodo: da sabato 06 settembre a Domenica 14 settembre - Percorso: Lubjana - Maribor - Budapest - Satu Mare -Brasov - Sibiu - Sighisoara - Orsova - Zagabria - Portoroz
Citazione
#2 Roberto Pancani 2014-09-18 07:15
Ciao Ragazzi, Siamo da pochi rientrati da un magnifico tour in terra Rumena, una settimana trascorsa tra meravigliosi paesaggi di campagna e verdissimi boschi ma, soprattutto, di strade uniche. Se siete rimasti affascinati dalla più nota Transfagarasan, rimarrete ancora più a bocca aperta a percorrere la Transalpina, una vera e propria pista, appena riasfaltata, senza segnaletica orizzontale e senza guard rail, il tutto su il costone di una montagna a oltre 2.000 m. Abbiamo visitato la Romania dalle campagne del Maramures, al confine con l'Ucraina, fino al corso del Grande Fiume, il Danubio, passando dalla più conosciuta Transilvania, con i suoi castelli di Dracula (il vero e il falso) e le sue splendide città, Brasov, Sibiu e Sighisoara. Un consiglio a tutti i Riders: non fatevi scappare l'occasione. Questo è il momento giusto per visitare questo paese, prima che diventi una metà troppo battuta dal turismo e perda il suo fascino originale
Citazione
#1 Roberto Pancani 2014-07-28 07:09
Vi comunico che le iscrizioni al tour si possono considerare abbondantemente chiuse per superamento del numero di iscrizioni richieste Grazie
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

amici di BMW Riders in Italy

Seguici su Facebook

Flickr

BMWRI.ORG - Piazza Eremitani, 26 - 35121 Padova - E-Mail: segreteria@bmwri.org
Copyright © BMW Riders, Privacy Statement Terms and Conditions. Site by Aste On Line

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso